Dopo essersi specializzata in scenografia all’Accademia Romana di Belle Arti, lavora in teatro come attrice con Carmelo Bene (Salvatore Giuliano, vita di una rosa rossa e Amleto o le conseguenze della pietà filiale), Maurizio Scaparro (Chicchignola), Gian Maria Volonté, Roberto Guicciardini (Le Nuvole di Aristofane), Carlo Quartucci (Histoire du soldat di Igor Stravinskij, Nora Nora, Nora Helmer).

Al cinema con Marco Bellocchio (Sbatti il mostro in prima pagina), Mario Monicelli (Vogliamo i colonnelli), Luca Ronconi (Orlando Furioso), Dario Argento (Le cinque giornate), Franco Parenti (Il cambio della ruota), Gianfranco De Bosio (Il Ruzante) ed Armenia Balducci (Amo e non amo).
Nel 1970 è cofondatrice, insieme a Dacia Maraini, del Teatro di Quartiere e nel 1971 fonda il Teatro di Strada con Gian Maria Volonté, Flavio Bucci, Antonio Salines, Magda Mercatali, Armenia Balducci.
Nel 1973 fonda con Carlo Quartucci la compagnia itinerante “Camion” con cui avvia il progetto Opera, messa in scena di tre testi di Roberto Lerici: Scene di Teatro, Scene di Romanzo, Scene di Periferia.      Nel 1982 insieme a Carlo Quartucci, Jannis Kounellis, Germano Celant, Giulio Paolini e Roberto Lerici fonda la compagnia “Zattera di Babele” di cui faranno parte non solo attori di teatro e cinema ma anche pittori, musicisti e poeti. Da questo progetto prendono vita spettacoli di respiro europeo, tra i quali Pentesilea, Uscite, Didone, Platea, Comédie Italienne.
Nel 1986, insieme a Mino Blunda e Rudy Fuchs, è ideatrice del Festival permanente "Le giornate delle Arti" a Erice, in Sicilia, nel cui ambito porta in scena Primo Amore, La favola del figlio cambiato e I giganti della montagna di Luigi Pirandello, Tamerlano il Grande di Christopher Marlowe, I Macbeth, Erste Liebe, Medea e Ager sanguinis di Aurelio Pes, Abitare Beckett di Carlo Quartucci.
Con la collaborazione della Regione Lazio e dell'Unione Europea, nel 1998/1999, partecipa a diversi progetti, tra cui Il cerchio d'oro del potere, nell'ambito territoriale laziale.
Nel 2006 insieme a Carlo Quartucci fonda a Roma il progetto-spazio Teatr'Arteria/ L’Edificio Scenico.