Fondamenta La Scuola dell'Attore

Coordinatore didattico   Giampiero Rappa

La Scuola di Teatro Fondamenta  nasce nel 2007  in seno all’Associazione “Lavorare nello Spettacolo” di Francesco del Monaco e Cristiano Piscitelli con lo scopo di formare artisticamente e professionalmente giovani attori per il Teatro e il Cinema.

Fondamenta nasce e cresce nella convinzione che una scuola d’arte teatrale debba costituirsi come luogo fisico e culturale di incontro e di scambio, dove l’esperienza dei maestri riordini, interpreti e trasmetta ai giovani allievi principî, regole ed eccezioni della grande storia del teatro: frutti di culture, teorie e pratiche tra di esse anche molto distanti. Luogo di creazione, sperimentazione, lavoro e disciplina dove apprendere i fondamentali dell’arte scenica.

Fondamenta è lo spazio del Teatro in cui la ricerca –liberata dai tempi dello spettacolo– è vòlta, attraverso la pratica sperimentale, alla formazione artistica di giovani interpreti.

Fondamenta pone così l’esperienza al centro del proprio sistema. Privilegia lo studio, la ricerca, il confronto critico. Rispetta il patrimonio delle diversità, ma ne cerca l’armonica concertazione nello stile. Impone la perfezione della tecnica come passaggio obbligato verso la realizzazione artistica individuale. Il giudizio sulla qualità degli allievi si basa su criteri artistici, ma valuta appieno anche l’autodisciplina, l’impegno nello studio, nella ricerca, nell’esercizio.

 

Tutti gli insegnamenti sono coordinati allo scopo di trasmettere la più concreta esperienza tecnica; di sviluppare l’espressività degli allievi, favorirne l’estro creativo, liberarne il talento artistico. Gli insegnanti collaborano alle varie discipline di studio verso l’area pluralistica della teatralità, superando così ogni specializzazione di genere.

Fondamenta guarda alla Tradizione del teatro italiano, all’eredità della maschera teatrale greco-latina, come tema ispiratore per un discorso sul metodo, sulle idee e sui valori di un teatro civile contemporaneo. Consapevole anche della inseparabilità di ogni ricerca e ogni pratica teatrale dalle esperienze del Novecento, la Scuola elegge a maestri della sua pedagogia anche i grandi sperimentatori moderni del lavoro sull’attore: Fuchs, Copeau, Stanislavskij, Mejerchol’d, Reinhardt, Piscator, Brecht, Jouvet, Dullin, Vachtangov, Decroux, Graig, Jacques-Dalcroze, Grotowski, Beck, Costa, Brook, Vasiliev, Strehler, Nekrosius, Bausch, Barba.

Fondamenta guarda infine con la più grande attenzione alla drammaturgia dell’attore che la composizione narrativa dei maestri del cinema (Chaplin, Lang, Lubitsch, Welles, Renoir, Wilder, Bergman, Kaza, Altman, De Sica, Fellini, Visconti, Truffaut, Almodòvar, Bellocchio, Pasolini, Branagh tra gli altri) ha saputo nel tempo coltivare e proteggere.

 

Legàmi

Elementi distintivi

Fondamenta La Scuola dell’Attore si caratterizza oggi nel panorama formativo per attori a Roma per la sua qualificata direzione, per la ricchezza del suo piano didattico, per un complesso di docenti che, in armonia con il suo assunto costitutivo, provengono –per esperienza, professionalità e maturità artistica- dal mondo dello spettacolo italiano ed europeo. I suoi spazi sono strutturati per offrire la migliore condizione di lavoro, esercitazione e pratica laboratoriale agli allievi.
Il rapporto strutturale con il Teatro di Villa Lazzaroni determina e garantisce un supporto e uno scambio di competenze e servizi con il sistema produttivo nazionale. Inoltre la sua struttura di produzione teatrale –Fondamenta Teatro e Teatri– costituisce, attraverso Festival, Rassegne, rappresentazioni in cartellone di teatri, uno straordinario strumento per l’inserimento professionale dei suoi allievi.

Fondamenta La Scuola dell’Attore è sede di tirocini di formazione e orientamento accreditata presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”,  l’Università degli Studi di Salerno, UniMercatorum.

Gli artisti ospiti

Per rendere ancora più completa la formazione degli allievi, promuoverne e orientarne l’inserimento nel mondo produttivo e professionale sono previsti stage, seminari e laboratori dedicati alla conoscenza e alle pratiche della cultura materiale della scena. Queste attività sono animate da importanti personalità del mondo del cinema e del teatro. Negli anni si sono avvicendati a più riprese Sergio Castellitto, Luigi Lo Cascio, Michele Placido, Mimmo Cuticchio, Paolo Graziosi, Carlo Quartucci, Carla Tatò, Vincenzo Salemme, Fortunato Cerlino, Ninni Bruschetta, Maurizio Scaparro, Franco Ruffini, Germano Mazzocchetti, Vincenzo Pirrotta, Daniele Pecci, Luca Lazzareschi,  Alvaro Piccardi, Amedeo Fago, Ugo Maria Morosi, Massimo Cinque, Claudio Trionfi, Stefano Marcucci, Angiola Baggi, Pino Ammendola, Caterina Casini, Donatella Pandimiglio. Salutari aperture alle pratiche teatrali e cinematografiche di maggior rilievo artistico, con cui si affrontano in maniera concreta e originale temi e problemi della presenza scenica dell’attore, dell’interpretazione, del rapporto con la drammaturgia, della composizione scenica, della regia.

La Scuola

La Scuola, situata a Roma in Via Assisi 33 alle spalle della Via Tuscolana (Metro A/Furio Camillo e Stazione ferrovia metropolitana Tuscolana), è inserita in un distretto culturale già consolidato, su cui insistono realtà artistiche e ricreative attive in varie discipline: musica, danza, fotografia, cinema ed attività sociali. Fondamenta, oltre agli spazi destinati alle funzioni di governo (direzione, amministrazione, segreteria, accoglienza) ha a diposizione dell’attività didattica tre aule, rispettivamente di 65 mq, 100 mq e 130 mq e una terrazza per le esercitazioni degli allievi. Le aule non utilizzate per le lezioni sono sempre a disposizione degli allievi per sessioni di studio individuale e di gruppo.

Il Teatro di Villa Lazzaroni

Il Teatro di Villa Lazzaroni, situato nell’omonima Villa in Via Appia Nuova 522 a Roma, è uno spazio aperto, democratico, vitale, vòcato al mondo del Teatro: la sua scena e il suo parterre, il suo pubblico, i suoi attori. Il Teatro ha già i suoi primi spettatori con i moltissimi allievi di Fondamenta La Scuola dell’Attore; ha i suoi primi giovani attori con i tanti già formati nei suoi dieci anni d’attività. E così per i registi e gli attori più esperti, anche docenti dedicati della Scuola: non professori, ma artisti in attività. Un progetto di spettacoli, di ospitalità, di scambi per restituire slancio creativo e spunto di ricerca ai legittimi eredi della Scuola romana. Teatro quindi come una scuola aperta ed allegra, per allargare lo sguardo, la prospettiva sul mondo.